Boris Godunov | Opera

Acquista biglietti
Gennaio 1970
Lu
Ma
Me
Gi
Ve
Sa
Do

Zar Fëdor Ioannovich è morto senza eredi. Boris Godunov era stato il governatore de facto sotto il regno di Fyodor, aver mostrato saggezza eccezionale per la causa dello Stato russo. Ha cercato di reclamare il trono, ma i boiardi - di più nobile di nascita Godunov - lui resistito, diffondendo storie malati su di lui e che è stato lui che ha ordinato la morte di zarevic Dmitry in Uglich, l'erede legale al trono e il figlio minore di Ivan il Terribile.

Programma e cast

Interpreti


Boris Godunov: Vladimir Vaneyev
Shuisky: Yevgeny Akimov
Pimen: Kit Mikhail
Grigori: Oleg Videman
Marina Mnishek: Olga Borodina
Rangoni: Yevgeny Nikitin
Simpleton: tba
Andrei Shchelkalov: Alexei Markov
Varlaam: tba


Crediti


Musica di Modest Musorgsky
Libretto del compositore dopo l'omonima tragedia di Alexander Pushkin e Nikolai Karamzin La storia dello Stato russo


Direttore musicale: Valery Gergiev
Direttore di scena: Andrei Tarkovsky
(Premiere - Royal Opera House, Covent Garden, 1983)
Production Designer: Nikolai Dvigubsky
Messa in scena al Teatro Mariinsky: Steven Lawless & Irina Brown (1990)
Progettista dell'illuminazione: Vladimir Lukasevich
Direttore di Revival: Irkin Gabitov
Preparazione musicale: Irina Soboleva
Maestro del coro principale: Andrei Petrenko
Maestro del coro dei bambini: Irina Yatsemirskaya

Galleria fotografica

Teatro Mariinskij

Il teatro Mariinskij (in russo: Маpиинский театp), è un teatro di San Pietroburgo e deve il suo nome alla principessa Maria Aleksandrovna, in passato ha avuto, in epoca sovietica, il nome di Teatro Kirov (in onore diSergej Kirov) e come Accademia nazionale dell'opera e del balletto e, in epoca zarista, teatro imperiale di San Pietroburgo.

In tale teatro vengono rappresentate opere e balletti, in particolare dalla compagnia di ballo Balletto Mariinskij.
 

Il teatro è stato progettato da Alberto Cavos e vede la propria luce nel 1859, in sostituzione del teatro Circus, che sorgeva nello stesso luogo, distrutto da un incendio.  Il 2 ottobre 1860 viene inaugurato con Una vita per lo Zar diMikhail Glinka. Nel 1885, il teatro ha subito un intervento, per mano dell'architetto Viktor Schröter, volto ad ampliare gli spazi esistenti: è stata costruita una nuova ala, a tre piani, adibita a laboratori teatrali e a sale prove, nonché per ospitare l'impianto elettrico e di riscaldamento. Nove anni dopo, sempre sotto la direzione di Viktor Schröter, sono state sostituite le travi in legno e ampliato il foyer e le ali laterali.
 

Il teatro si contraddistingue per essere stato il luogo in cui le più importanti opere musicali russe hanno visto il proprio debutto.Tra queste si ricorda: Boris Godunov di Modest Petrovič Musorgskij nel 1874, nonché le più importanti opere di Čajkovskij: La dama di picche (opera) nel 1890, Iolanta nel 1892, La bella addormentata, Lo schiaccianoci e Il lago dei cigni. Anche l'opera La forza del destino di Giuseppe Verdi è stata qui rappresentata in prima assoluta il 10 novembre 1862. Nel 1909 avviene la prima assoluta di Il gallo d'oro di Nikolaj Rimskij-Korsakov.
 

Nel 1988 Valerij Gergiev è stato nominato direttore artistico del teatro e nel 1996 il governo centrale gli ha conferito la carica di direttore artistico e generale, ossia il completo controllo amministrativo e musicale del grande e prestigioso teatro d'opera.

Eventi correlati